• Materiali, Works

    Un fiore ricamato per il mese di maggio

    19 Giugno, 2020

    Eccoci ad un nuovo appuntamento con il fiore del mese. Maggio è il mese delle rose, è il mese del rosa.

    In ritardissimo con il post per il regalo a Maggio, ecco che vi presento il fiore “in rosa”. E’ un fiore che amo moltissimo e che ho riprodotto in bianco in uno dei miei top che porto in giro con me nelle fiere. Ho voluto esplorare la versione “in colore” ed ho scelto il rosa, colore che amo moltissimo in praticamente tutte le sue sfaccettature.

    Questo fiore è di fatto un bocciolo, una corolla di petali in organza di seta leggerissima color peonia che racchiudono un’anima di perline. Rocailles, ovviamente, 15/0 le mie preferite per la loro piccola e grande versatilità. Sono in vetro trasparente con anima colorata.

    La novità tecnica di questo fiore è l’applicazione di seta su seta. Per effettuare questa lavorazione è necessario “fissare” i contorni di quella parte di disegno che si desidera ricoprire di seta con una catenella a sua volta irrobustita da un birello, una sorta di catenella progressiva da una parte all’altra della catenella precedente che serve a fissare il tessuto. Questo procedimento viene effettuato con il crochet de Luneville.

    applicazione della seta

    Con una forbice, poi, si potrà procedere a tagliare la seta stessa sulla parte esterna del disegno. Ne risulterà una applicazione fissa e perfetta. Io ho effettuato questo processo sovrapponendo dell’organza di seta rosa peonia su organza di seta bianca, ma è davvero possibile realizzarlo con qualsiasi tipo di tessuto. Quando ho appreso questa tecnica all’Ecole Lesage l’ho imparato a realizzare con della pelle.

    taglio della seta applicata

    Il passaggio successivo è stato quello di riempire la parte interna dei petali con le rocaille in vetro rosa, sempre a crochet con la tecnica “en verimicelles”. Così: poche e delicate.

    Sepalo e foglia li ho invece ricamati con l’ago. Ho provato ad utilizzare un filato che non avevo ancora mai utilizzato: si tratta del filato metallico di Au ver è Soie in una delle tonalità di verde che appartengono ad una serie acquistata alla fiera Abilmente di Vicenza dello scorso Ottobre. Per essere dei metallici nemmeno tanto sottili sono molto facili e morbidi da lavorare. Devo dire che ho utilizzato dei punti piuttosto semplici e che non essendo annodati non mi hanno dato particolari problemi. I sepali li ho realizzati con un semplice punto lanciato mentre le due foglie con il punto mosca.

    schema dei punti e delle tecniche applicate

    Nell’immagine soprastante ho riportato, come sempre le tecniche e i punti utilizzati. In particolare in rosa sono indicate le tecniche a crochet mentre in verde i punti realizzati ad ago.

    Come vi accennavo questo è un fiore che amo particolarmente. Un giorno di questi proverò a sperimentare una versione con un gran numero di colori tutti insieme, una sorta di inno all’estate che è già arrivata, nonostante tutto e tutti.

    Qui sotto vi mostro anche una versione precedente che differisce da quella che vi ho descritto solo per il tipo di ricamo fatto ai sepali e alle foglie. In questo caso ho utilizzato un filato sintetico simil seta molto morbido da lavorare e con un altissimo grado di lucentezza. I sepali sono ricamati con un riempimento concentrico a catenella mentre le foglie con un point tiré sui due lati. Tutte le rifiniture sono a catenella.

    Buon ricamo a tutti voi in questo nuovo inizio di estate. Ci vediamo al prossimo fiore. Ciao!

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    2 comments
    Un fiore ricamato per il mese di maggio