• Lo scorso autunno ho proposto il corso di primo livello in Broderie d’Art: oggi ne approfitto per descriverlo in dettaglio cogliendo anche l’occasione per ringraziare le mie prime fantastiche allieve. Quando si decide di imparare seriamente qualcosa si investe moltissimo in energie, talento, attese e, in molti casi, anche soldi. Ci siamo tutti resi conto […]

    Leggi Post >
  • Adesso che non ne parla più nessuno ci tengo a dire due parole sul secondo vestito del matrimonio di Chiara Ferragni firmato Maria Grazia Chiuri per Dior. Mi trovavo a Valtopina all’inizio di settembre e accendendo il telefono una di quelle mattine Google mi regala una notizia in prima pagina davvero strepitosa: le polemiche sul […]

    Leggi Post >
  • Homo Faber è il primo grande evento culturale dedicato ai mestieri d’arte in Europa. Il suo obiettivo è dare rilievo mondiale all’eccellenza artigiana, promuovendo la conoscenza e la visibilità dei maestri d’arte. Mentre mi recavo a Venezia in treno per partecipare all’evento Homo Faber 2018, giusto ieri, mi è venuto alla mente un pensiero fugace […]

    Leggi Post >
  • Patrimonio culturale di Francia, questa tecnica classica è all’origine dell’utilizzo del famoso uncinetto, oggi strumento fondamentale della broderie d’art che consente l’applicazione di un numero pressoché infinito di materiali. Come vi accennavo in un precedente post nell’estate del 2016 sono stata a Luneville, nella Francia del Nord, regione del Grand Est in Lorena, vicino a […]

    Leggi Post >
  • Sull’onda dell’esperienza di Valtopina vi racconto del ricamo che ho realizzato per partecipare al Concorso “Il filo della speranza” dedicato al tema delle migrazioni. Come vi accennavo nel mio post precedente, vi racconto del ricamo che ho realizzato per partecipare al XVII Concorso “Ricamare l’Umbria”, “Il filo della speranza”. Il concorso verteva sul tema delle migrazioni e per partecipare era […]

    Leggi Post >