Categoria: Pensieri

  • Adesso che non ne parla più nessuno ci tengo a dire due parole sul secondo vestito del matrimonio di Chiara Ferragni firmato Maria Grazia Chiuri per Dior. Mi trovavo a Valtopina all'inizio di settembre e accendendo il telefono una di quelle mattine Google mi regala una notizia in prima pagina davvero strepitosa: le polemiche sul secondo vestito del matrimonio di Chiara Ferragni... Sinceramente in quel momento ho pensato che non me ne importava niente ma...

    Leggi Post >
  • [caption id="attachment_1203" align="alignnone" width="1571"] http://www.vogue.it/sfilate/sfilata/alta-moda-primavera-estate-2018/christian-dior (schermata)[/caption] Ecco il tentativo di raccontare un punto di osservazione per me assolutamente nuovo, descrivendovi un tassello del percorso di ricerca della mia "identità creativa". Come vi descrivevo in diversi post (qui il primo, il secondo e il terzo, se siete interessati o se vi sono sfuggiti) ho seguito una formazione, della quale vado assolutamente fiera, presso l'Ecole Lesage di Parigi. Formarmi a questa scuola mi ha educato ad uno sguardo...

    Leggi Post >
  • A raccontare solo cose belle, a mostrare solo la parte migliore di sé, si perde in verità, perciò vi racconto una esperienza che è stata, prima di tutto, un fallimento. Ma con gli “occhi buoni” anche un fallimento ha un suo senso quando inserito nel proprio, consapevole, percorso. Voglio raccontarvi di un’esperienza che ho avuto qualche mese fa che, pur avendo lasciato un po' di amarezza, è stata di fatto straordinaria: ho lavorato per tre...

    Leggi Post >
  • Ho cominciato con il punto croce da bambina. Ricamare mi è sempre piaciuto, me lo ha insegnato la mamma quando avevo ancora pochi anni. Lei aveva capito da tempo che nella mia vita la dimensione del tessile sarebbe diventata fondamentale e qualche anno dopo mi ha iscritto, senza chiedermi il permesso, ad un corso di taglio e cucito. Facevo la terza media e mi sembrava un'assurdità e un controsenso per i miei tredici anni, e...

    Leggi Post >
  • In “materia” di ricamo sembra di avventurarsi in una dimensione senza confini. Ma questa arte minore non è che un insieme. E quando si comincia ad affrontarla come un insieme, semplicemente, il ricamo diventa un racconto da decifrare. All’inizio ho vissuto un profondo senso di spaesamento, tipico di chi si ritrova con il “tutto” intorno ed è senza mappa. Parlare di “ricamo” mi è parso da subito come titolare un universo troppo grande, come quello...

    Leggi Post >